News

Emma Bonino: “Bene Tusk su sostegno a Guaidò, Italia stia con l’Ue a difesa della democrazia in Venezuela

Quanto accade in Venezuela è la dimostrazione di dove porta la strada dell’avventurismo politico, del populismo economico e del disprezzo del principio liberale del rispetto dei diritti individuali e della divisione dei poteri.

Il modo in cui la comunità internazionale reagirà a questo passaggio potenzialmente esplosivo della crisi venezuelana ne determinerà in larga parte l’esito.

Ha ragione il Presidente del Consiglio Ue Tusk, che riconosce nel mandato democratico di Guaidò e nel carattere abusivo e antidemocratico del potere di Maduro le coordinate più appropriate per leggere gli eventi di queste ore.

Le sue parole  sono un invito a tutti gli stati europei a una posizione comune a difesa della democrazia in Venezuela e dei diritti politici dei venezuelani, anche come fattore di possibile stabilizzazione della situazione interna.

Mi auguro che il governo italiano si muova lungo questa linea e non segua, ancora una volta, l’indirizzo dettato dal Cremlino. Va al contrario evitato in ogni modo che il sostegno nei confronti di Maduro appaia una giustificazione all’uso della forza militare e della violenza politica da parte del suo regime.

La crisi venezuelana, anche per i suoi riflessi ideologici, è una crisi internazionale che non riguarda solo il continente americano e su cui deve sentirsi forte la voce europea a difesa della democrazia.

Condividi su