News

Azzerati in tv, esposto all’Agcom  

Azzeramento totale e costante della presenza di Piu’ Europa sui Tg e nei programmi di approfondimento politico.

Questa la denuncia fatta dalla leader di Piu’ Europa, Emma Bonino, e dal segretario, Benedetto Della Vedova, nel corso di una conferenza stampa che si e’ tenuta giovedì 12 novembre al Senato.

Bonino ha fatto sapere di aver presentato un esposto all’Autorita’ garante delle telecomunicazioni. “I dati Agcom che abbiamo in possesso per il periodo settembre-ottobre 2019 – ha affermato – dimostrano che gli spazi di informazione riservati a + Europa oscillano, a seconda delle reti e delle testate, tra lo zero assoluto e lo zero virgola pochissimo. Pur essendo un partito che, sia nelle Politiche che alle Europee, ha avuto quasi 900mila voti. Proprio oggi che il Senato discute del finanziamento alla politica – ha proseguito – occorre ricordare che un accesso paritario al sistema di informazione e’ una risorsa pubblica che deve essere garantita a tutti i partiti senza discriminazioni. L’informazione radiotelevisiva italiana – ha aggiunto Benedetto Della Vedova – versa in una condizione di illegalita’, a partire da quella della Rai, con lo zero virgola dedicato a + Europa. La notizia che non arriva agli italiani e’ che esiste una forza politica di opposizione a questo governo, che non ha nulla a che vedere con il fronte nazionalista e sovranista di Salvini e Meloni. E questa forza europeista e liberal-democratica e’ + Europa”. “Questo esposto – ha sottolineato Carmelo Palma, della Direzione di + Europa – non riguarda solo + Europa ma la correttezza e la trasparenza del processo democratico. Nei TG Rai complessivamente Piu’ Europa ha avuto un tempo di parola pari allo 0,1% a settembre, e allo 0,15% a ottobre. Sui TG Mediaset rispettivamente lo 0,18% a settembre e lo 0,4% a ottobre. Su SkyTG24 lo 0,23 a settembre e lo zero a ottobre. Nel TGLa7 i tempi sono stati zero sia a settembre che a ottobre. Nei programmi di approfondimento politico – ha concluso – la situazione e’ anche peggiore”.

Condividi su