News

Emilia-Romagna: economisti, imprenditori e accademici lanciano appello per Cazzola

Un appello firmato da 24 tra economisti, imprenditori e accademici per sostenere Giuliano Cazzola, capolista di Più Europa a Bologna alle elezioni regionali del 26 gennaio.

Riportiamo di seguito il testo dell’appello e, in calce, le firme.

 

Appello a  sostegno di Giuliano Cazzola capolista di +Europa, Pri, Psi per Bonaccini, nelle elezioni regionali del 26 gennaio 2020

Giuliano Cazzola è da anni uno dei difensori più appassionati e rigorosi dell’ancoraggio europeo dell’Italia e uno degli avversari più intransigenti della vulgata sovranista, che ha contagiato larga parte di quell’elettorato popolare e moderato, di cui pure Cazzola è stato nella sua storia recente un riconosciuto rappresentante politico e istituzionale.

Da sindacalista, dirigente pubblico e studioso, in particolare, del welfare e della previdenza non ha mai esitato a difendere l’esigenza di riforme del mercato del lavoro e del sistema pensionistico, spesso in posizioni orgogliosamente minoritarie,  che lo hanno esposto anche a rischi personali, oltre che a un’ostilità diffusa.

Sul tema del rapporto con le regole e le scelte europee in materia di governance economica, disciplina di bilancio e regolamentazione dei mercati, Cazzola ha dimostrato lo stesso rigore e la medesima intransigenza nel contrastare quell’irresponsabile disegno antieuropeo, che è divenuto il connotato prevalente ed inquietante di larga parte della politica italiana.

Oggi, in coerenza con la battaglia di tutta una vita, Giuliano Cazzola è il candidato capolista di +Europa, Pri e Psi, a Bologna, per le elezioni della sua regione, l’Emilia Romagna, che negli anni recenti ha fatto buon uso, nell’interesse delle comunità amministrate, di tutti i vantaggi offerti dall’integrazione europea a un’economia dinamica e a istituzioni politiche efficienti.

Questa coalizione di forze laiche, libertarie e progressiste potrebbe forse rappresentare il nucleo di una nuova unità d’azione di tutti coloro che si oppongono alla deriva sovranista dei nostri giorni.

 

Noi sottoscrittori di questo appello, che lo stimiamo e che abbiamo condiviso, con lui, tante comuni esperienze, esprimiamo il nostro sostegno alla candidatura di Giuliano Cazzolaper quello che può rappresentare sia in Emilia Romagna sia sul piano nazionale, dove servono voci e menti libere e coraggiose come la sua, per fermare e sconfiggere la deriva sovranpopulista, che tenta di resuscitare quei disvalori che, con ottimismo risultato eccessivo, consideravamo espulsi per sempre dalla storia dell’Europa.

 

Roberto Alvisi,  associazionismo volontario per la disabilità

Alessandro Barbano, giornalista e scrittore

Paolo Biffis, già docente universitario

Margherita Boniver, già ministro e sottosegretario di Stato

Marco Cianca, giornalista

Luigi Covatta, direttore di Mondoperaio

Franco Debenedetti, imprenditore, già parlamentare

Alessandro De Nicola, avvocato

Rosa Filippini, ambientalista

Elsa Fornero, economista, già ministro

Walter Galbusera, Fondazione Anna Kuliscioff

Michele Magno, opinionista e saggista

Massimo Mascini, giornalista

Mariangela Pani, giornalista

Gianfranco Parenti, tecnico aziendale, già assessore Comune di Bologna

Nunzia Penelope, giornalista

Fabio Alberto Roversi Monaco, Magnifico Rettore Alma Mater dal 1985 al 2000

Giorgio Santini, già senatore e leader sindacale

Alessandra Servidori, presidente nazionale di TutteperItalia

Serena Sileoni, docente universitaria

Carlo Stagnaro, opinionista e saggista

Carlo Tognoli, già sindaco di Milano e ministro

Santo Versace, imprenditore nel made in Italy, già deputato

Sandra Zinelli, imprenditrice

Condividi su