News

Così le minoranze garantiscono e difendono il pieno rispetto dei valori costituzionali

di Martina Scaccabarozzi
Il discorso di Kamala Harris è molto chiaro: la democrazia non va data per scontata e spesso sono le minoranze che nella stessa risiedono, attente ai diritti abusati, messi in costante pericolo, a vegliare su di essa.
Qualche mese fa, nel ricordare la morte di Jo Cox, parlamentare inglese brutalmente assassinata da un fanatico, mentre era impegnata nella battaglia contro il populismo e il nazionalismo britannico responsabili dell’assurda decisione che ha portato all’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, mi sono imbattuta in una poetessa americana, di origine caraibica, Audre Lorde. ln un suo intervento del 1988 auspicava per gli Afro Europei un ruolo da protagonisti nella costruzione di un nuovo progetto politico per costruire un futuro per l’Europa su nuove premesse che non fossero quelle dello sfruttamento e della prevaricazione che, dal suo punto di osservazione, non erano ancora cessati.
Mi colpì il suo intervento perché lo ricollegai ad un articolo su l’Internazionale dello stesso tenore: i valori costituzionali americani di libertà, rispetto dei diritti, felicità, sono continuamente difesi e “sorvegliati” dalle comunità più emarginate, le comunità di colore che nel corso degli anni, dalla creazione degli Stati Uniti d’America, si son trovate a lottare per il loro rispetto.
Questo è quanto è successo in questa ultima tornata elettorale americana e le parole della Vice Presidente lo evidenziano con forza e determinazione!
Condividi su