News

Stiamo con i dipendenti pubblici che non aderiscono allo sciopero

di Benedetto Della Vedova
Lo sciopero della Pubblica amministrazione previsto per domani, ancora in piena pandemia, è quanto mai inopportuno: la mobilitazione dell’intero comparto della PA sta trasmettendo l’idea che chi ha più garanzie, e non rischia di perdere reddito o il posto di lavoro, chieda di più a chi, invece, rischia di perdere tutto.
Uno sciopero inopportuno anche perché, con centinaia di morti al giorno, la pubblica amministrazione deve funzionare.
Lo diciamo sapendo che ci sono dipendenti pubblici in prima linea che offrono un lavoro di straordinaria qualità spesso con compensi non adeguati. E sapendo che la Commissione Ue ha messo in mora l’Italia per un uso dei contratti a termine nella PA che contrasta con la normativa europea, a danno in particolare del mondo della scuola, dell’università e della ricerca.
Ma ora più che mai serve senso di solidarietà e di responsabilità: per questo stiamo con i lavoratori della PA che domani non sciopereranno.
Condividi su