News

Le nostre proposte per riaprire la scuola: 7. alternanza scuola-lavoro

di Luca Monti

+Europa chiede che la scuola riapra in SICUREZZA il 7 gennaio. Per farlo propone 10 punti:

SETTIMO:ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

promuovere il PCTO (ex alternanza scuola lavoro) con le imprese usando le tecnologie per un’alternanza da remoto con imprese che utilizzano lo smart working.

La scuola forma anche per il mondo del lavoro, che sta cambiando anche per effetto di un utilizzo massiccio e diffuso dello smart working. La didattica a distanza ha reso familiari agli studenti gli strumenti di videoconferenza e anche alcuni per il lavoro in rete.

Questo elemento di competenza può essere alimentato attraverso i “percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” che hanno sostituito l’alternanza scuola lavoro.

Le aziende che praticano lo smart working potrebbero quindi concordare con le scuole una condivisione delle loro esperienze per coinvolgere gli studenti in progetti commissionati alle scuole.

Il rapporto tra il mondo del lavoro e il mondo della scuola può trovare un nuovo campo di pratica funzionale dal punto di vista sia formativo che orientativo, soprattutto se consideriamo un fenomeno molto diffuso tra i giovani rappresentato dall’emigrazione in altri paesi europei per il lavoro.

Il lavoro da remoto potrebbe essere una risposta al superamento dei limiti e vincoli del luogo di lavoro per il quale c’è necessità di acquisire competenze. 

Questo è un campo che si è aperto con la pandemia che potrebbe creare opportunità che vanno colte dalla scuola.

Un altro tema estremamente importante, tralasciato e dimenticato nel lock down, è rappresentato dall’orientamento. Anche in questo caso è molto importante un ripensamento dell’orientamento con l’integrazione di percorsi di informazione orientativa in presenza e il ricorso alle tecnologie per ampliare la capacità degli studenti di acquisire informazioni e dialogare con il mondo dell’università e del lavoro.

Condividi su